Archivi categoria: Pensieri in mutande

Cercasi (ancora) taglia 44 – post fuori stagione, ma molto

I primi mesi del 2017 hanno tutta l’intenzione di farci rimpiangere l’anno horribilis bisestilis trascorso. Prima il freddo porco, poi la neve, dopo la pioggia, indi le esondazioni, le slavine e dulcis in fundo quattro belle scosse di terremoto. In hac … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri in mutande | Contrassegnato , , | 1 commento

3.715.992.000 (tre miliardisettecentoquindicimilioninovecentonovaduemila)

La cifra qui sopra è, più o meno, il numero di battiti di un cuore umano che ha funzionato per centouno anni. Un cuore che, più meno intenzionalmente, ha palpitato per i momenti della Storia del cosiddetto Secolo breve – … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri in mutande | 2 commenti

Venitemi a trovare

Un mese fa, quasi tutta l’Italia ignorava dove fossero Rigopiano e Farindola. Dal 18 gennaio questi nomi rimbalzano sugli schermi di tutte le testate online, sui titoli dei notiziari e sui social, con frequenza esponenziale. Noi italiani impariamo la geografia del … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri in mutande | Contrassegnato , , , , , , , , | 7 commenti

Il remigino (ovvero: come NON sono diventata un’assassina seriale) – ricordi scolastici seconda parte

A parziale risarcimento dell’annus horribilis trascorso con la Cannasecca, dopo un anno interlocutorio con una maestra piscologicamente “normale”, arrivò lui. Un maestro maschio è già difficile da trovare, un maestro maschio bravo, simpatico e allegro è un’autentica rarità. Ed è … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri in mutande | 2 commenti

Il remigino (ovvero: come NON sono diventata un’assassina seriale) – ricordi di scuola parte prima

Ho un’età a causa della quale associo il 1° ottobre (San Remigio) al primo giorno di scuola. Anch’io sono stata un “remigino”, anzi, una remigina, simpatico appellativo con cui venivano chiamati, anni fa, i bambini che frequentavano la prima elementare. Di … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri in mutande | Contrassegnato , , | 3 commenti

Feriae Augustii

Questa galleria contiene 1 immagine.

Settembre è iniziato da una manciata di giorni e siamo già stati travolti dalle attività del rientro, o per meglio dire, dell’inizio dell’anno. Perché a pensarci bene, l’anno inizia a settembre, mica a gennaio. Scuola, lavoro, palestra/piscina, sport, corsi, qualsiasi … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , , | 4 commenti

Vanity Fair: romanzo senza eroe e rivista senza lettrice

Da qualche settimana – non so perché – mi arriva per posta elettronica un messaggio dalla rivista Vanity Fair, in cui mi si dice che c’è la possibilità di ritirare una copia gratuita della rivista semplicemente mostrando, dallo schermo del … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri in mutande | Contrassegnato , , | 4 commenti

Cose che noi abbiamo e la Svezia no

Devo confessarlo, ho sempre avuto un debole per i Paesi scandinavi in generale e per la Svezia in particolare. Io che pur adoro il Mediterraneo, la calda espansività latina e i colori e i sapori decisi delle cucine che affacciano … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri in mutande | Contrassegnato , , , , | 7 commenti

Dire, fare, baciare, lettera e … basta

Sottopasso della stazione di Bologna, un pomeriggio di fine agosto: solita bolgia di giapponesi rincoglioniti, italiani sfatti dal caldo, tedeschi in sandalo e calzetto bianco di ordinanza e orde di facchini abusivi (non ci facciamo mancare niente, c’è anche l’abusivismo bagaglifero, come … Continua a leggere

Pubblicato in Lingua, Pensieri in mutande | Contrassegnato , , | 3 commenti

Elogio della Settimana (Enigmistica)

Dopo che glaciazioni, terremoti, cataclismi nucleari e/o naturali e la settantamillesima replica estiva del ciclo dei film di Don Camillo avranno annientato l’umanità, una sola cosa resterà, tra le macerie fumanti, splendida ed immortale: La Settimana Enigmistica. Praticamente uguale a se … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri in mutande | Contrassegnato , | 5 commenti