Cercasi (e trovasi) taglia 44, finalmente.

La storia infinita della ricerca della taglia 44  ha avuto un ulteriore, inaspettato sviluppo. Per chi come me, odia andare per negozi, gli online store come Yoox, Zalando, Asos e via discorrendo sono una manna dal cielo. Sono la fine di estenuanti pomeriggi di pellegrinaggi – spesso inutili e sempre oltremodo frustranti – da un negozio all’altro, penosi  trascinamenti tra vetrine ammiccanti ma che però poi non hanno quello che ti serve.

Small. Medium. Large. L’era dello shopping online è solo all’inizio.

Gli store sono una benedizione, non solo per lo sterminato assortimento che propongono, per la comodità della selezione, per la effettiva esistenza della taglia 44, ma soprattutto perché non devo interagire con la famigerata C.S. altresì detta Commessa Stronza. In rete non c’è nessuno che ti tratta a pesci in faccia, che ti guarda con disprezzo quando entri in negozio come la casalinga guarda l’acaro della polvere. Prima di dire addio a questa categoria professionale, mi sono presa la briga di buttare giù due righe di commiato da questa figura della quale non sentirò la benché minima mancanza.

 

Cara (si fa  per dire) C.S.,

sarai contenta, non mi vedrai più. Non interromperò più i tuoi letargici pomeriggi di millimetriche manicure mentre annaspo in un mare di pantaloni alla ricerca della mia taglia (finalmente l’ho capito che non ce l’hai). Non disturberò più la chilometrica telefonata col fidanzato o con mammà per chiederti se hai un altro colore del maglione che sto provando. Non ti farò più irritare chiedendoti se posso provare la camicia la cui taglia si trova in magazzino e tu non hai voglia di andarci. No, tutto questo non accadrà più. Perché vedi, ho capito che non ci sai fare con la gente, che sei una muflona e che godi come un riccio quando la cliente non riesce ad entrare nei vestiti ma tu le dici lo stesso “le sta benisssssssssimo!”. Si capisce che sei falsa come Giuda, che i tuoi sorrisi sono tirati manco ti fossi fatta un lifting da Pitanguy. Preferisco l’asettico e impersonale online store. Lì non c’è nessuno che sbuffa quando voglio vedere un articolo diecimila volte e poi – miracolo! – in rete esiste la mia amata 44. Perché essa esiste e lotta insieme a me.

Come dici, internet ti farà perdere il lavoro? ma ben ti sta, visto che non lo sai fare. E comunque, prima di stracciarti le vesti perché resterai a casa, ti ricordo che ogni volta che c’è un grande cambiamento nell’aria, per sopravvivere hai solo una possibilità: aggiornarti. Quando le automobili hanno sostituito le carrozze, qualcuno ha forse pianto per la sparizione delle stalle, delle stazioni di posta, dei maniscalchi? Qualcuno ha venduto la carrozza coi cavalli e ha acquistato un’auto, altri invece hanno chiuso. Oppure, per arrivare in tempi più recenti, c’è stato qualcuno che si è erto a difesa dei piccoli negozi quando siamo stati invasi dai centri commerciali? Non mi pare. C’è chi ha chiuso i battenti per sempre e chi si è specializzato in articoli che la grande distribuzione non tratta, magari vende di meno ma si differenzia dalla massa e guadagna uguale. Il mondo cambia, e chi non se ne accorge diventa un dinosauro in men che non si dica.

Cara C.S., hai però ancora la possibilità di redimerti: potresti – la butto lì – imparare a fare il tuo lavoro e a essere meno stronza perché vedi, la scusa di internet non funziona se sei professionale e sai fare il tuo mestiere. Perché non c’è internet che tenga se offri un servizio al cliente, se sai entrare in empatia, se sei, in buona sostanza, una persona che sa fare il suo mestiere e tu, cara C.S. sei lontana anni luce da tutto questo. Oppure, potresti stare seduta al terminale di qualche store ed evadere il mio ricco ordine on line.

Adesso ti devo lasciare, suona il campanello. Deve essere il corriere con i miei pantaloni taglia 44.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri in mutande e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...