Borsa lettori di luglio, agosto e settembre

Se settembre è il tempo di migrare, come dice il nostro Gabriele, ottobre è il mese per vendemmiare. Ecco cosa hanno prodotto i vitigni letterari, coltivati con cura durante l’estate.

–  vini, ops, libri di qualità prodotti in regione definita

Pier  Antonio Quarantotti Gambini:  Tre bandiere – Le redini bianche – La corsa di Falco -Il cavallo Tripoli – L’amore di Lupo – Le estati di fuoco – I giochi di Norma. I romanzi brevi e i racconti del ciclo denominato “Gli anni ciechi” sono letture raffinate, in cui il non detto, l’accenno, il riferimento velato descrivono con eleganza l’infanzia istriana del protagonista, alter ego dello scrittore, in un’atmosfera rarefatta in cui gli echi della Prima Guerra Mondiale arrivano attutiti, ma non troppo. Lettura che scorre saporita e appagante come un buon rosso ben strutturato. Grazie all’ “enologo” Saulo per la copiosa fornitura.

letture raffinate per lettori esigenti © Lonza65

letture raffinate per lettori esigenti © Lonza65

Irène Némirovsky: Il ballo – Un bambino prodigio – Il calore del sangue Dopo “Suite francese” mi era rimasta la curiosità di leggere altro della Némi. Questi tre libri sono la conferma che la Némi è una scrittrice coi controcavoli. Anche nel racconto breve, genere ostico ai più, riesce magnificamente. Assicurarsi di avere un bicchiere di Gewurtztraminer mentre si legge. Grazie a Nadia per il prestito.

–  libri frizzanti

Andrea Vitali,  Galeotto fu il collier, Garzanti, € 17,60 La lettura di Vitali ha lo stesso effetto di un calice (anche due, tre, quattro…) di Cartizze. Spumeggiante, fresco, allegro e spensierato. Le vicende tragicomiche di Lidio Cerevelli, di sua madre Lirica e di tutta la sarabanda di personaggi che popolano Bellano danno alla testa in una girandola di intrecci, di fatti, di contrattempi, senza gli sgradevoli postumi da sbronza. Anzi, dopo aver letto l’ultima pagina, viene voglia di assaggiarne ancora. Grazie alla Sorella Stramassi, grande fan di Andrea.

James Herriott, If Only They Could Talk – It Shouldn’t Happen to a Vet (in traduzione: Creature grandi e piccole che li contiene entrambi) James Herriott è lo pseudonimo di James Alfred Wight, veterinario inglese che ha esercitato la professione nello Yorkshire dagli anni ’30 fino alla pensione. Dalla sua esperienza di vita e lavoro è scaturita la sua produzione letteraria, per fortuna abbondante, che alterna scene di umorismo sfrenato a momenti di grande commozione, in uno stile compassato e tipicamente “British”. Per chi ama leggere in lingua, con i libri di Herriot si “tira su” una gran quantità di termini veterinari. Non si sa mai, potrebbero sempre tornare utili… Da gustare con un buon vino da meditazione a fianco. Grazie a Ghiga per avermelo fatto conoscere.

– giovani che promettono bene

Stefano Sgambati – Gli eroi imperfetti, Minimum Fax, € 15,00 Ogni tanto mi piace prendere un libro senza sapere niente né dell’autore, né della trama. Senza recensioni che mi possono condizionare, mi metto a leggere. Questa volta mi è andata bene: il racconto ha un ritmo pacato che intriga, ci sono tante voci che raccontano, tanti generi che si mescolano, una trama per niente scontata. Peccato solo per il finale, ma per il resto niente da dire.  Come un vino giovane che sicuramente maturerà bene, senza andare in aceto. Grazie a me per averlo scelto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...