Cronache dal fronte della lotta per l’indipendenSa padana – 4 – amici o nemici?

Il papà di Chevin, nel suo imperterrito sforzo di inculcare nei giovani virgulti veneti la storia e l’amor padano, scrive indignato una seconda lettera alla testata locale. Il post è stato pubblicato in origine su:

http://forum.thetop.it/viewtopic.php?t=1924&postdays=0&postorder=asc&start=45

Ed è opera di fantasia.

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Stimato Direttore,

sono ancora io, il papà di Chevin nel frattempo iscrittosi alla classe IV della scuola elementare ‘Eroi del campanile di S.Marco’. La maestra di Chevin nel frattempo è cambiata. Bene, dirà lei, non c’è più quella di Caserta. Bene un tubo, le dico io, questa viene da Foggia. E, tanto per cambiare, attenta alla nostra identità veneta.

La scorsa settimana Chevin mi torna a casa e mi dice: ’Papà, ma noi siamo alleati o nemici dei romani?’. Io lo guardo sbigottito e per qualche istante mi chiedo sconfortato che fine abbia fatto l’educazione che gli ho impartito in tutti questi anni. Recuperato il controllo, gli rispondo con molta calma: ‘Nemici. Anzi, nemicissimi!’. ‘Eppure’, continua lui, ‘stamattina siamo stati con la maestra al museo della civiltà paleo-veneta di Este e lì ci hanno spiegato che i paleo-veneti si sono alleati con i romani per combattere i galli’. Non ci ho più visto. Come lei certamente saprà, paleo- vuol dire de ‘na volta. Cioè – mi perdoni se la annoio con queste banalità, ma quando ci vuole ci vuole – i paleo-veneti sono i veneti di qualche anno fa. Ora, sono anni e anni ormai che il nostro condottiero ha sguainato lo spadone contro i ladroni romani. Mica da ieri. E dietro di lui marciano compatti tutti i veneti: de ‘na volta, de oncò e de doman! Altro che alleati dei romani.

Stimato Direttore, non è per Chevin che mi preoccupo: per sua fortuna il suo papà è un paleo-veneto che si ricorda bene da quanti anni il nostro popolo combatte per la libertà. Mi preoccupo invece per quegli sventurati bambini i cui genitori sono troppo giovani, troppo smemorati, o troppo ignoranti per ricordarsi la nostra gloriosa storia. Bisogna insegnargliela prima che sia troppo tardi!

E il nostro assessore regionale all’istruzione? L’abbiamo messa lì con i nostri voti – non se lo dimentichi! – non guardi inerte, agisca! Adesso che il governo si sta finalmente muovendo per riscrivere i libri di storia, ne approfitti e intervenga anche sui musei e su questi presunti intellettuali che li dirigono (pagati con i nostri soldi, tengo a precisare).

Propongo che il museo della civiltà paleo-veneta di cui sopra venga sgomberato da tutto il ciarpame attualmente ivi ospitato e che in sua sostituzione vi vengano esposti i cimeli della nostra gloriosa lotta di liberazione. Sarei lieto di contribuire alla collezione donando al museo alcuni pezzi rari che, modestamente, in questi anni mi sono premurato di conservare. Tra tutti spicca – non mi chieda come l’ho avuto – il preservativo che il nostro condottiero stava usando quella volta che per poco non ci rimaneva.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in IndipendenSa padana e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...