Borsa lettori – titoli di gennaio e febbraio

Titoli in rialzo

Maurizio De Giovanni, Vipera, Einaudi Stile Libero.

Il Commissario Ricciardi in forma smagliante, vale a dire sempre ingrugnato, introverso, sensitivo, sofferente e umanissimo nelle sua travagliata vita sentimentale e nella conduzione delle indagini. Il miglior Ricciardi fino ad ora. Ambientazione particolare sia come luogo del delitto (un bordello per ricchi) che come periodo (settimana santa). Lettura consigliatissima.

Vincent Devannes, L’uomo che viaggiava con la peste, NEO. Edizioni. Traduzione di Camilla Diez.

Albert Dallien  sbarca in un’Argentina rigurgitante criminali nazisti, per ricominciare da zero ma leggendo, ci si rende conto che la nuova vita assomiglia molto alla vecchia. Si intuisce appena quello che faceva prima (cose poco raccomandabili), si capisce benissimo quello che fa adesso (cose assolutamente non raccomandabili) ma lui non cerca di opporsi al destino,  si fa trasportare dagli eventi, dalla menzogna e dalla continua ricerca di identità per se stesso e per i loschissimi figuri che gli girano attorno. La peste con cui viaggia Dallien è il male di vivere per aver mal vissuto e apparentemente non c’è possibilità di redenzione. Cupo, anzi, cupissimo,  Dallien arriva a dire: “E questa verità non è il contrario della menzogna, è il contrario del nulla.” Ecco. (ah, tra l’altro, copertina notevole).

l-uomo-che-viaggiava-con-la-peste-neo-edizioni-x-sito

Andrea Vitali, Regalo di nozze, Garzanti.

Camilleri dice “Di fronte a uno che sa raccontare, che ha la felicità del racconto, ti senti grato”. Appunto. Vitali è una perla rara nel mare magnum di scrittori tristi e sfigati, tormentati, sfracassazebedei intenti alla contemplazione del loro ombelico. Restituisce il piacere della lettura. Scrittura lieve e ammiccante, elegante e discreta. Finalmente.

Titoli stabili

Anita Nair, La ferocia del cuore, Guanda. Traduzione di Francesca Diano.

Borei Gowda non è proprio figo come gli ispettori fighissimi del vari filmetti ammeregani; sovrappeso, un po’ trasandato, in crisi con la moglie e il figlio, carattere di cavolo ma conduce le indagini come nessun altro. Un po’ stereotipati i rapporti familiari, avvincente la trama.

Nicola Pezzoli, Quattro soli a motore, NEO. Edizioni.

Infanzia di Corradino nella Lombardia occidentale durante gli anni ’70, con un caleidoscopio di personaggi che a volte servono e a volte fanno solo mucchio.  Belle trovate linguistiche, bel ritmo, trama un po’ prolissa e finale affrettato.

AA.VV., Capodanno in giallo, Sellerio.

Dopo il successo di Un “Natale in giallo” arriva, puntuale come una cambiale, anche il Capodanno di Salvo Montalbano, di Massimo il barrista del barLume e tutta una banda di investigatori più o meno famosi. Ma bisognerebbe dire a quelli della Sellerio che la presenza di tanti cuochi famosi in cucina non è automaticamente garanzia di un cenone all’altezza delle aspettative. Alcune “portate” sono indigeste, altre più leggere. Perfino Montalbano, per risolvere il caso, ha dovuto ringraziare un inaspettato colpo di fortuna con la “c”.

Titoli in ribasso

Diego De Silva, Mancarsi, Einaudi.

Ce l’avete presente le irresistibili seghe mentali di quello squinternato di Malinconico? Ecco, questo libercolo è un enorme pippone senza la benché minima punta di ironia. Il risultato è un piagnisteo continuo, un continuo rimuginare sull’amore, sui rapporti umani senza un briciolo di energia e slancio narrativo. Rivoglio Vincenzo Malinconico. 10 euro buttati.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Borsa lettori – titoli di gennaio e febbraio

  1. Francesco ha detto:

    Io d’accordissimo su Devannes!

    Mi piace

  2. Cinzia Colli ha detto:

    Sono d’accordissimo su De Silva… Ben detto.

    Mi piace

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...