Fuga dal Natale – epilogo

Se ne riparla tra trecentocinquantadue giorni, il tormentone natalizio è fi-ni-to. Oggi, sette gennaio, ho riposto con cura maniacale tutti gli addobbi natalizi e l’albero e domani gli scatoloni se ne ritornano in garage per un bel letargo annuale. Che goduria mettere via tutto l’ambaradan natalizio, fuori dalle balle per un bel po’.

E’ il momento dei bilanci, anzi della BILANCIA, non il segno zodiacale, ma l’oggetto più odiato dalle donne. Mi sono fatta coraggio e ci sono salita ieri, e la “stronza” ha emesso il solito verdetto del dopo-bagordo, due chili in più. Porca puttana, lo so io la fatica che devo fare per smaltire due miseri chili. E dire che sono una che gode nel pestare sui pedali, che si diverte a nuotare come uno squalo e a sudare fino allo sfinimento a fare il criceto sul tapis-roulant.
Che poi due chili non sono tanti, ma sufficienti a farmi sentire stretti i pantaloni e a farmi sentire “unfit”, una sensazione di disagio psicofisico che si placa solo con intensa attività fisica e sudate epiche. Fanculo le feste, fanculo i cenoni, i pranzoni, i cestoni, fanculo le magnate!

Lascio l’ultima parola a un cult movie. Ciao ciao Natale!

http://www.youtube.com/watch?v=h40hylym4b8

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fuga dal Natale. Contrassegna il permalink.

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...