Fuga dal Natale 5 – Natale padano

20 dicembre – Natale in pianura padana. Nella ridente cittadina termale di Abano T. i preparativi per la Festa si ripetono uguali a se stessi da decenni. Diversi alberghi riaprono giusto per le festività, propongono cenoni, pranzoni e veglioni e parallelamente “percorsi benessere”, due attività in evidente conflitto: come è possibile conciliare per una settimana pasti da 12.500 calorie con uno stile di vita sano ed equilibrato? Qualcosa non quadra.

Turisti ce ne sono, anche se magari in misura minore rispetto agli anni precedenti. Per le vie sonnacchiose della zona pedonale, passeggiano tedeschi, svizzeri, inglesi quasi tutti ultraottantenni e pochissimi italiani. Tutti rigorosamente intabarrati in piumini, cappottoni e pellicce lunghe fino ai piedi (orrore) perché qui la temperatura più alta a mezzogiorno è un grado o due sotto lo zero. Si aggirano, con passo abbastanza spedito da un bar ad un altro, alla ricerca di un po’ di spirito alcolico, che non manca mai sotto forma di grappa, genepì, vin brulé, Irish coffee, whisky torbato, brandy, cognac e via di questo passo. Quando l’effetto alcolico svanisce, ritornano in albergo e si tuffano in piscina termale a 36 gradi e ci rimangono dentro a fare le paperelle fino al disfacimento dell’epidermide.

L’amministrazione comunale, alla faccia della crisi, fornisce luminarie eleganti in tutto il centro termale, e in più, come regalo di Natale, graziosamente permette di parcheggiare gratuitamente in tutte le zone a pagamento. Ma siamo sicuri che è un regalo? Oppure, il previdente Sindaco ha pensato bene di ammansire gli animi inviperiti dei concittadini dopo che si è saputo che assessori, consiglieri e famigliari fino al quarto grado di parentela usufruiscono del parcheggio gratuito? Lo sapremo dopo la Befana (quando, finito il periodo di pacchia, o i privilegi verranno revocati oppure la tariffa oraria verrà aumentata per recuperare gli introiti persi durante le feste).

Attività natalizie organizzate dal Comune: mercatini delle feste, mercatino degli hobbisti (regali e addobbi per il Natale), concorso Caro Babbo Natale (disegni lettere e racconti scritti dai bambini e ragazzi delle scuole dell’infanzia ed elementari), hobbistica di Natale, presepi e rassegna d’arte natalizia, concerti di musica sacra, gospel, concerti di Natale, Gospel Show…. Aiuto, sto andando in coma da iperglicemia natalizia.
L’insulina anti-natale che mi sono sparata in vena è costituita dalle tante persone che non rivedevo da tempo, i tanti visi familiari del mio paese, la marea di cazzate che ho detto (con disperazione di mia mamma, che spera sempre che diventi una persona appena presentabile). Ma una persona su tutte mi ha rimesso in pace col mondo, una persona nei confronti della quale la mia stima e riconoscenza è totale ed incondizionata. Ho incontrato la mia insegnante di inglese del liceo, personaggio eclettico e imprevedibile, un concentrato di energia e di positività veramente difficile da descrivere. Questo incontro è stato un altro (grande) regalo, una grande gioia da conservare gelosamente.

Dulcis in fundo, stamattina (sabato 19) ci siamo svegliati sotto 20 cm di neve: il “Bianco” Natale potrebbe essere una realtà, non solo un gioco di parole.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fuga dal Natale. Contrassegna il permalink.

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...